Nostra chirurgia

Anche i calcoli vescicali possono essere frammentati con il laser o con gli ultrasuoni attraverso un endoscopio operatore . Talora tuttavia le dimensioni ( sup. a 3-4 cm) ne consigliano l’asportazione attraverso una piccola incisione della vescica.

Il primo trattamento dei tumori della vescica consiste sempre nella loro asportazione per via endoscopica (TUR – transurethral resection). Questa tecnica è stata di recente migliorata con l’adozione di una luce speciale (NBI) che ne migliora la visualizzazione e di una tecnica di asportazione en bloc che migliora la qualità dell’esame istologico.

Consiste nell’asportazione delle vescica , della prostata e delle vescichette seminali nel maschio , della vescica , dell’utero e degli annessi nella femmina. Viene eseguita per tumore invasivo della vescica e deve comprendere sempre anche la più estesa possibile asportazione delle stazioni linfatiche regionali .In casi selezionati , nel maschio può essere preservata mediante tecniche Continua a leggere

Dopo l’asportazione della vescica , si deve trovare una via di uscita all’urina . Il metodo più semplice è quello di isolare un piccolo tratto di intestino tenue , impiantarvi gli ureteri e portarlo alla cute (stomia urinaria) ; questa tecnica prevede quindi l’uso di un dispositivo esterno per raccolta urine.  Il metodo più elegante Continua a leggere

Si tratta dell’asportazione completa della ghiandola prostatica , e conseguentemente del tratto dell’uretra che passa al suo interno .  La continuità della via urinaria viene poi ripristinata suturando la vescica al moncone distale dell’uretra . L’intervento può essere effettuato sia in chirurgia aperta che in VLS che con l’uso del sistema Da Vinci ( detto Continua a leggere

Questa è una tecnica endoscopica , indicata nell’ipertrofia prostatica benigna , che consiste nell’asportazione del tessuto prostatico interno , a partire dall’uretra , quel tessuto che causa l’ostruzione al normale flusso . Lo strumento utilizzato si chiama resettore e l’energia usata per il taglio e la coagulazione è la corrente elettrica , recentemente è stata Continua a leggere

Consiste nella sospensione delle pareti vaginali prolassate al promontorio dell’osso sacro , mediante apposite retine inerti . L’intervento può essere eseguito sia in VLS che in chirurgia aperta e consente i migliori risultati nel tempo.

Si tratta dell’asportazione completa del testicolo e del funicolo spermatico mediante una incisione inguinale e si esegue per sospetto tumore del testicolo.